STAFFFFFFFFFFS

Mercoledì pomeriggio, due ore di staff, anzi no, ieri supervisione mensile dello staff. Manuela è da cinque mesi che scannerizza il gruppo, ci restituisce le foto d\’insieme e individuali..falle, buche, voragini del nostro lavorare in comunità. Ha un suo personale sismografo, coglie i sommovimenti interni, registra le oscillazioni, l\’equilibrio,la statica e la coesione del gruppo. Sottoposti come siamo stati, a continui avvicendamenti, per me è un miracolo che la baracca non sia implosa su se stessa, divelta dagli innumerevoli cambiamenti che la struttura ha subìto. C\’è il piccolo orgoglio dello stare ancora in piedi, ma ovviamente&giustamente per Manuela non basta. Si deve andare avanti con prassi logica, prego accomodatevi. Silenzio, si studia. Illustrazione del PEI. Area per Area. Punto per punto. Sveglia!. Non sono sveglio. O meglio non ci sono con la capa. Mi sembra che ci stiamo togliendo tempo prezioso. Lo staff, l\’ho sempre considerato uno spazio ineludibile di comunicazione interna. Comunicazione&trasmissione di informazioni vitali, un\’argine all\’improvvisazione, che sembra essere il nostro modus operandi permanente, abituati come siamo a lavorare sull\’attimo, sulle incombenze immediate. Ed invece devo concentrarmi sull\’area lavorativa. Devo farmi un supermegaFocus, è il mio campo. E lunedì si entra in azione. Ieri supergiornata di staff, al nostro è seguito quello della \”STRADA\”: Presenti: attendente Phil, generale Vasco, supercommissario Zan. Mi presento e presenzio cinque minuti. La supercommissario Zan sembra accesa da diecimila watt, ha pensieri direzionali che scarttano a velocità supersonica la fuffa, un\’eloquenza termodinamica assolutamente efficace. Mi commiato per altre faccende. La riunione si protrae, nel frattempo Phil è andato a prelevare i soggetti protagonisti del piano denominato \”PROGETTIAMOCI IL FUTURO\”, da Lunedì inizierò ad aver a che fare con loro. Io me ne sto fuori, ma sento che la sala riunioni sta diventando una camera a pressione elevata..Ma La Zan sembra una locomotiva a pieno che nulla&nessuno può fermare. E\’ finita. Escono delle anguille, mi colpisce la loro velocità, seguiti da Phil che sembra non aver smarrito il suo karma iniziale. Esce un atterrato Vasco (il suo classico lato ombra, la frustrazione dopo l\’entusiasmo9 e la Zan che assolutamente non scarica mi rivolge il suo personale augurio: \”El gà da laorare&divertirse!\”. Karma/Jova

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti